Cluj-Napoca

Informazioni utili

Prefisso Telefonico: 0040 (+40);
Telefono di emergenza: 112
Ambasciata d’Italia: +40 21 223.2424
Consolato d’Italia: +40 256 4086300040

Cluj-Napoca

Cluj-Napoca è una città situata nel nord-ovest della Romania, nella valle del Somesul Mic, a 440 chilometri da Bucarest.

Il nome deriva dalla parola latina Castrum Clus; il termine clus significa chiuso e si riferisce alle colline che chiudono la città.

Cluj è la terza città della Romania in termini di popolazione (circa 380.000 abitanti); è una città biculturale in quanto convivono da sempre rumeni  e ungheresi.

La vecchia capitale della Transilvania, Cluj-Napoca è capoluogo del distretto di Cluj e rappresenta il principale polo economico del Nord-Ovest del Paese: si evidenziano infatti un settore secondario molto diversificato e un settore terziario orientato verso i servizi finanziari, la ricerca e l’educazione.

Situata in un crocevia di strade nazionali ed internazionali, Cluj-Napoca e la sua regione hanno un grande potenziale di sviluppo turistico: la sua storia ricca e movimentata ha lasciato un patrimonio artistico di primo livello: i teatri, le biblioteche, le gallerie d’arte, i vari festival sono tra i migliori della Romania.

Cluj-Napoca fu fondata oltre 2.000 anni fa e divenne famosa come “Città Tesoro” per la ricchezza di cui godeva in epoca medievale. Oggi, ancora ricca di siti archeologici, chiese, musei, cattedrali e monumenti, è rimasta uno dei più importanti centri economici, accademici e culturali della Transilvania.

Cluj-Napoca è una città in costante evoluzione che mantiene però l’equilibrio tra il vecchio e il nuovo, tra i moderni edifici high tech e le bellezze architettoniche di un tempo, così come i viottoli lastricati di pietra. 

La città di Cluj-Napoca è fra le più visitate in Romania grazie alla cucina raffinata, alle ottime attività culturali e al patrimonio di rilievo architettonico: vi ritroviamo costruzioni dallo stile rinascimentale, a quello barocco o liberty.

Ricordiamo inoltre la Casa di Emil Isac. Per quanto riguarda l’attività culturale di Cluj ritroviamo: l’Opera, il Teatro Nazionale Rumeno Lucian Blaga e la Filarmonica di Stato della Transilvania

Cluj Napoca è ricca di molti Monumenti ed edifici a carattere religioso, come:

  • Chiesa di “San Michele”: rappresenta sicuramente uno dei più bei monumenti gotici della transilvania; l’altare rappresenta la parte più antica della chiesa ed è stato costruito intorno al 1390; la volta stellata, le statue e le sculture spiccano per la loro maestosità.
  • Chiesa Riformata
  • Cattedrale Ortodossa Metropolitana di Cluj
  • Chiesa Romano Cattolica Calvaria
  • Chiesa dei Francescani
  • Casa e Statua Di Matei Corvin
  • Palazzo Banffy:Costruito tra il 1774 e il 1785 su una pianta a base rettangolare dal Conte György Banffy è considerato il più rappresentativo edificio barocco in Transilvania. Sul frontespizio rococò c’è lo stemma della famiglia Banffy e le statue di personaggi della mitologia romana: Marte, Apollo, Diana, Perseo, Ercole e Minerva; le opere d’arte del museo includono lavori dal Cinquecento fino ai giorni: parliamo di una collezione di oltre 13.000 pezzi di pittura, scultura, grafica e decorativa.
  • Il Bastione dei sarti: faceva parte della Vecchia Fortezza di Cluj, costruita nel XV secolo per ordine del re Sigismund di Lussemburgo di Ungheria. Il Bastione è stato realizzato dalla gilda dei sarti, che dovevano anche difenderlo. Due secoli più tardi, questa funzione è stata prelevata da mercenari tedeschi che rassicuravano l’equilibrio della città.

L’ Orto Botanico della Università Babes Bolyai di Cluj-Napoca è molto famoso in tutta Europa: esso è stato fondato nel 1920 dal professore Alexandru Borza. Il secondo più importante in Europa, autentico tesoro botanico, con un vario numero di piante, alcune delle quali molto rare, l’Orto Botanico si sviluppa in una superficie di quasi 14 ettari, nella parte meridionale di Cluj. Comprende oltre 10.000 specie di piante provenienti da tutti i continenti, riuscendo a svilupparsi col tempo sia come attrazione turistica che come importante spazio didattico e scientifico dell’Università Babes-Bolyai.

In conclusione tra i Musei, ritroviamo:

  • Museo di Speleologia “Emil Racovita” – l’unico museo dedicato alla memoria del principale speleologo di Romania
  • Museo Nazionale d’Arte
  • Museo Nazionale di Storia della Transilvania:il Museo  racchiude l’intera storia della Romania dal Paleolitico
  • Museo Etnografico della Transilvania – con più di 80 anni, è il più grande del suo genere in Romania